Principi di consolidamento

Il Gruppo 24 ORE è costituito dalla Capogruppo Il Sole 24 ORE S.p.A. e dalle sue controllate.

Nel Bilancio consolidato la Capogruppo consolida tutte le proprie partecipazioni in società controllate.

Si considerano controllate le società in cui la Capogruppo ha il potere di determinare le politiche finanziarie e operative al fine di ottenere benefici per la sua attività.

Sono escluse dal consolidamento le partecipazioni in società controllate in cui il controllo non può essere esercitato in quanto la Capogruppo ha perso il potere di determinare le politiche finanziarie e gestionali della sua partecipata. Tali partecipazioni sono rilevate al costo.

Nella redazione di questo Bilancio consolidato, la Capogruppo ha consolidato integralmente il proprio Bilancio d'esercizio e i bilanci d'esercizio delle sue controllate come se si trattasse del bilancio di un'unica entità economica.

Sono stati adottati principi contabili internazionali uniformi per operazioni e fatti simili in circostanze similari.

Il Bilancio d'esercizio della Capogruppo e quelli delle sue controllate, utilizzati per la preparazione del Bilancio consolidato sono stati tutti redatti al 31 dicembre 2008.

Le società controllate sono incluse nel Bilancio consolidato (Stato patrimoniale e Conto economico) a partire dalla data in cui la Capogruppo acquisisce il controllo e cessano di essere consolidate alla data in cui la società Capogruppo ne perde il controllo.

La valutazione delle società controllate alla data di acquisizione del controllo è effettuata secondo il metodo dell'acquisto. In conformità a quanto prescritto da tale metodo, le attività, le passività e le passività potenziali identificabili dell'impresa acquisita, che soddisfano i requisiti per essere iscritti contabilmente, sono rilevate ai relativi fair value alla data di acquisizione.

Nella redazione del Bilancio consolidato la Capogruppo aggrega il suo Bilancio e quello delle società controllate voce per voce, sommando tra loro i corrispondenti valori dell'attivo, del passivo, del Patrimonio netto, dei ricavi e dei costi.

Il valore contabile delle partecipazioni detenute dalla società Capogruppo e dalle altre società del Gruppo in ciascuna società controllata inclusa nell'area di consolidamento è eliminato contro il relativo Patrimonio netto.

L'eccedenza del costo della controllata rispetto alla quota di interessenza acquisita nel fair value netto delle attività, passività e passività potenziali identificabili e rilevabili contabilmente è iscritta come avviamento. L'avviamento, in qualità di attività che produce benefici economici futuri, ma che non è individualmente identificata né separatamente rilevata, è inizialmente rilevato al costo.

Per una trattazione accurata del criterio di valutazione applicato all'avviamento, si rimanda alla voce Avviamento e aggregazioni aziendali.

Se la quota di interessenza acquisita nel fair value netto delle attività, passività e passività potenziali identificabili e rilevabili contabilmente eccede il costo della controllata alla data di acquisizione (avviamento negativo), l'eccedenza è rilevata a Conto economico.

Le differenze temporanee emergenti dalla differenza tra il fair value netto delle attività, passività e passività potenziali identificabili e rilevabili contabilmente e il loro valore riconoscibile fiscalmente danno origine alla rilevazione delle pertinenti attività e/o passività differite qualora ne ricorrano i presupposti.

Le quote di Patrimonio netto di competenza di azionisti terzi delle società consolidate sono iscritte separatamente nella apposita voce di Patrimonio netto Capitale e riserve di pertinenza di terzi, mentre la quota del risultato netto attribuibile a terzi è evidenziata nella voce Utile (perdita) dell'esercizio di pertinenza di terzi nel Patrimonio netto e anche nel Conto economico nella voce Utile (Perdita) attribuibile ai terzi.

Le partite di debito e credito e di costo e ricavo derivanti da operazioni intercorse tra le società incluse nell'area di consolidamento vengono integralmente eliminate. Sono inoltre eliminati, se presenti, gli utili e le perdite non ancora realizzati derivanti da operazioni fra le società consolidate del Gruppo e inclusi alla data di Bilancio nella valutazione delle rimanenze di magazzino e delle immobilizzazioni. I dividendi distribuiti dalle società consolidate sono parimenti eliminati dal Conto economico e sommati agli utili degli esercizi precedenti, se e nella misura in cui sono stati da essi prelevati.

I bilanci delle società controllate estere espressi in valute differenti da quella utilizzata come moneta di presentazione sono convertiti in euro utilizzando:

  • il tasso di cambio a pronti alla data di riferimento del Bilancio consolidato per gli elementi monetari;
  • il tasso di cambio in essere alla data dell'operazione per gli elementi non monetari valutati al costo storico;
  • il tasso di cambio in essere alla data in cui il fair value è stato determinato per gli elementi non monetari valutati al fair value.

Le differenze di cambio derivanti dalla rilevazione degli elementi non monetari alla data di riferimento del Bilancio consolidato vengono iscritte in una componente separata di Patrimonio netto denominata Riserva di copertura e di traduzione.